Polisonnografia con WatchPAT ad alta teconologia

Polisonnografia a Palermo

Il WatchPAT è considerato un POLISONNIGRAFO per lo studio del sonno che può vantare il maggior numero di pubblicazioni peer-reviewed, vari studi di validazione e numerosi abstract.  WatchPAT è stato validato clinicamente mediante comparazione con il gold standard, cioè la polisonnografia (PSG), facendo registrare una correlazione documentata dell’89% tra i due sistemi.

A differenza di altri dispositivi portatili, oltre a fornire informazioni quantificabili sull’apnea, il Watch-PAT rileva informazioni dettagliate sul sonno, clinicamente paragonabili ai dati ottenuti in un laboratorio del sonno.

Attenzione: i portatori di Pacemaker non possono effettuare questo esame. Età minima per effettuare l’esame 12 anni.

Il Watch-PAT si avvale, oltre che di misurazioni fisiologiche standard, dei segnali dati dalla tonometria arteriosa periferica (PAT). Il segnale brevettato PAT è un indicatore non invasivo delle modifiche del volume arterioso pulsatile.

Il segnale PAT identifica i cambiamenti nel sistema nervoso simpatico che sono associati agli eventi di disturbi della respirazione nel sonno (SDB) e agli “indicatori” specifici degli stadi del sonno.

Inoltre il WatchPAT presenta un evoluto actigrafo incorporato che, associato al segnale PAT, consente l’identificazione dei periodi di sonno e di veglia, fornendo una indicazione attendibile sul cosiddetto “Tempo del Sonno” (periodo dormito effettivamente). 

L’attenuazione del segnale PAT e la frequenza cardiaca accelerata riflettono direttamente l’immediata vasocostrizione delle arterie digitali e l’aumento della frequenza cardiaca, entrambi indicatori diretti di risvegli e microrisvegli, che fanno parte del meccanismo alla base dei disordini del sonno e sono presenti in ogni evento a questi associato.

L’algoritmo brevettato ulteriormente potenziato dai dati di desaturazione/risaturazione di ossigeno nel sangue misurati mediante il sensore pulsossimetro incorporato calcola con precisione i parametri clinici SDB quali AHI, RDI e ODI, che utilizzano il reale Tempo del Sonno e la completa Architettura del Sonno (profondo, leggero, REM).

CARATTERICHISTE FONDAMENTALI DEL WATCHPAT

NUOVA TECNOLOGIA – ACCURATEZZA DELL’ESAME – SICUREZZA DIAGNOSTICA

 

  1. Semplice e facile da usare

 Per una straordinaria compliance del paziente WatchPAT viene indossato come un orologio da polso. Presenta un singolo biosensore montato sul dito, che consente un uso semplificato senza fili, cannule nasali o cinture respiratorie. intuitivo e comodo da utilizzare. I pazienti indossano WatchPAT di notte nella privacy della propria camera da letto, assicurando al sonno un ambiente non falsato.

  1. Clinicamente affidabile

Oltre a fornire informazioni cliniche aggiuntive rispetto a qualsiasi altro dispositivo HST, il Watch-ˇPAT prevede l’acquisizione semplice e affidabile dei dati in un ambiente non falsato. Grazie alle facili impostazioni del dispositivo, WatchPAT produce risultati attendibili e presenta l’indice di fallimento più basso tra i dispositivi presenti sul mercato (<1%).

  1.  VERO tempo del Sonno

Mentre la maggior parte dei dispositivi HST calcolano l’indice AHI sulla base del tempo totale della registrazione, che ha dimostrato portare ad errori di classificazione nonché diagnosi errate fino al 20% dei pazienti testati, WatchPAT calcola l’AHI sulla base del reale Tempo di Sonno del paziente (TST). Gli eventi respiratori quindi non sono “diluiti” in un periodo più ampio, consentendo al WatchPAT di eseguire una diagnosi più sensibile e precisa

  1. Architettura Completa del sonno

WatchPAT è l’unico dispositivo ambulatoriale non-EEG che fornisce un’Architettura del Sonno completa (stato e diversi stadi del sonno) consentendo quindi una diagnosi esatta. Il software avanzato zzzPAT utilizza un algoritmo clinicamente validato che misura tutte le fasi del sonno: quello leggero, profondo e REM. La completa Architettura del sonno dà informazioni sulla qualità del sonno, compresa l’efficienza del sonno, la latenza del sonno e la latenza REM. Offre anche il vantaggio di rilevare le apnee del sonno associate alla fase

REM, identificando l’indice AHI in fase REM e non-REM. Il sonno REM è associato ad un’attenuazione considerevole del segnale PAT insieme a variazioni specifiche dell’ampiezza PAT e delle pulsazioni. Sulla base di questa specifica variabilità dei segnali PAT e delle pulsazioni, la fase REM del sonno si differenzia da quelle non-REM.

    CHIAMA SUBITO

    351 597 6859

    O scrivici



    (facoltativo)

    Contattaci senza nessun impegno

    DIFFERENZA TRA POLIGRAFI E POLISONNIGRAFI

    La Poligrafia, ossia la polisonnografia senza studio EEG, è un esame diagnostico-strumentale che permette il monitoraggio e la valutazione di diversi parametri cardiorespiratori durante il sonno. In particolare, l’esame registra, attraverso appositi sensori, l’andamento del respiro e del battito cardiaco. La poligrafia è un esame effettuato nel sonno che consente di registrare parametri cardio-respiratori (ECG, espansioni toraciche ed addominali), russamento, flusso nasale, movimenti corporei ed ossigenazione. Tutto l’esame verte sui canali che vengono montati sul paziente (se uno dovesse per sbaglio sganciarsi, cosi come la fascia toracoaddominale si pxuò allentare e sarebbe difficile avere tutte le info necessarie per la refertazione). Il paziente non dorme con confort, anzi il più delle volte non riesce a dormire tutto pieno di fili.